Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Appalti, nuove soglie europee dal 1° gennaio: 5,548 milioni per i lavori e 221mila euro per i servizi

Appalti, nuove soglie europee dal 1° gennaio: 5,548 milioni per i lavori e 221mila euro per i servizi

Nuove soglie (al rialzo) per gli appalti europei. La Commissione Ue ha pubblicato sulla Gazzetta europea i regolamenti che fissano le nuove soglie comunitarie superate le quali trova applicazione la normativa comunitaria sugli appalti pubblici.

Per i settori ordinari, gli appalti di lavori passano da 5.225.000 ero a 5.548.000 euro, gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da amministrazioni che sono autorità governative centrali passano da 135mila a 144mila euro, gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da amministrazioni che non sono autorità governative centrali passano da 209mila euro a 221mila euro.

Nuove soglie anche per i settori speciali (gas, energia termica, elettricità, acqua, trasporti, servizi postali): servizi e forniture passano da 418mila a 443mila euro, i lavori da 5,225 milioni a 5,548 milioni.

Per i contratti di concessione, l’unica soglia si adegua a 5,548 milioni come i bandi di lavori. Infine per alcuni appalti di lavori, di forniture e di servizi nei settori della difesa e della sicurezza le soglie vengono fissate a 5,548 milioni per i lavori e a 443mila euro per servizi e forniture.

Il regolamento è entrato in vigore il 1° gennaio 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Massimo ribasso, per il taglio delle ali va applicato il criterio del “blocco unitario”

Nel calcolo dell’anomalia, il cosiddetto taglio delle ali va operato applicando il criterio del blocco …