Ultime notizie
Home / Tematiche / Ambiente e energia / Ambiente e Sistri: proroga al 31 dicembre 2018

Ambiente e Sistri: proroga al 31 dicembre 2018

Nella Legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020” sono contenute delle disposizioni in materia di SISTRI tra le quali, la proroga (per gli obbligati ad iscriversi al Sistri) al 31 dicembre 2018 per l’avvio della piena operatività del Sistema di tracciabilità telematico dei rifiuti -SISTRI- e della non applicabilità delle sanzioni connesse al non corretto utilizzo del Sistema, come proposto da Confindustria.

Rimane, invece, l’obbligo di versamento del contributo SISTRI per il 2018 (sempre per gli obbligati ad iscriversi al Sistri).

Pertanto, in base alla previsione normativa continuano ad applicarsi le sanzioni (ridotte al 50%) relative all’omessa iscrizione al Sistri (per le aziende obbligate) ed al mancato versamento del relativo contributo annuale.

Le aziende, quindi, devono continuare a gestire i rifiuti secondo gli adempimenti tradizionali (registri di carico e scarico, formulario di identificazione dei rifiuti, mud) e si applicano le relative sanzioni. Invece la mancata gestione telematica Sistri (naturalmente per le aziende obbligate) che dovrebbe essere parallelamente effettuata (sistema del doppio binario) non è, come detto, sanzionata.

Viene anche introdotta una nuova disposizione rubricata “Semplificazione del procedimento di tracciabilità dei rifiuti e per il recupero dei contributi dovuti per il SISTRI”, nella quale si prevede che determinati adempimenti relativi alle modalità di compilazione e tenuta del registro di carico e scarico e del formulario di trasporto dei rifiuti possano essere effettuati in formato digitale non appena saranno diramate apposite istruzioni.

La nuova norma chiarisce, infine, che al contributo SISTRI si applicano i termini di prescrizione ordinaria di cui all’art. 2946 del Codice Civile e delega il Ministro dell’Ambiente, con proprio decreto di natura non regolamentare, di stabilire una o più procedure per il recupero dei contributi per il SISTRI dovuti e non corrisposti e delle richieste di rimborso o di conguaglio da parte di utenti del SISTRI.

Per ogni chiarimento e necessità è possibile rivolgersi agli uffici della Confindustria Territoriale di appartenenza.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

RAEE: dal 15 agosto 2018 nuove categorie di apparecchiature elettriche ed elettroniche rientranti nella normativa

Si ritiene opportuno ricordare che il 15 agosto 2018 entreranno in vigore le previsioni della …