Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Lavori, la divisione in lotti è a discrezione della pubblica amministrazione, ma serve la motivazione

Lavori, la divisione in lotti è a discrezione della pubblica amministrazione, ma serve la motivazione

Gli appalti pubblici possono eseguirsi in lotto unico o con lavori frazionati, secondo motivate scelte dell’amministrazione.

Lo sottolinea il Consiglio di Stato in una recente  sentenza, partendo dal principio generale che favorisce la suddivisione in lotti. Tale principio può infatti essere derogato, con una decisione che deve essere adeguatamente motivata ed è espressione di scelta discrezionale.

In altri termini, la scelta di non suddividere i lavori, aggiudicandoli unitariamente, deve essere ragionevole e proporzionata, preceduta da adeguata istruttoria. Un’adeguata motivazione sulle ragioni di convenienza economica e di migliore allocazione delle risorse, è sufficiente a giustificare l’unicità dei contratti.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Trasparenza, basta la pubblicazione on-line per dare pubblicità alle procedure negoziate senza bando

In una procedura negoziata senza bando basta la pubblicazione della delibera sul sito internet della …