Ultime notizie
Home / Tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Riduzione contributiva edilizia 2017: le modalità operative

Riduzione contributiva edilizia 2017: le modalità operative

L’Inps ha emanato le indicazioni operative per il godimento della riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2017.

L’Istituto è intervenuto successivamente alla recente emanazione del Decreto Direttoriale che ha confermato, per il 2017, la riduzione contributiva nella misura del 11,50% (nostra notizia del 1° settembre 2017 dal titolo “Edilizia: Riduzione contributiva 11,50% per l’anno 2017”).

Le istanze finalizzate all’applicazione dello sgravio dovranno essere inviate esclusivamente in via telematica avvalendosi di apposito modulo disponibile all’interno del cassetto previdenziale aziende del sito internet dell’Istituto.

Le domande presentate saranno sottoposte a controllo automatizzato da parte dei sistemi informativi centrali dell’Istituto e verranno definite entro il giorno successivo all’invio.

In caso di definizione positiva, al fine di consentire il godimento del beneficio, sarà attribuito alla posizione contributiva interessata un codice di autorizzazione.

Definita, dunque, tutta la procedura operativa necessaria affinché i datori di lavoro autorizzati alla fruizione possano esporre lo sgravio nel flusso UniEmens (per il corrente e per i periodi pregressi da Gennaio 2017) e tutte le modalità di azione relative alle aziende che ne hanno diritto, alle varie casistiche, come ad esempio, matricole sospese o cessate o lavoratori non più in forza.

Si ricorda che il beneficio potrà essere fruito entro il 16 gennaio 2018 e che i datori di lavoro potranno inviare le domande per l’applicazione della riduzione contributiva relativa al 2017 fino al 15 gennaio 2018.

Per ogni informazione e necessità rivolgersi agli uffici della sede Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Diritto di precedenza: apprendistato ed ex contratti a termine

Il Ministero del Lavoro di recente ha chiarito la disciplina del diritto di precedenza maturato, …