Ultime notizie
Home / Tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Contratto di prestazione occasionale (nuovi Voucher ): i chiarimenti dell’INL sul calcolo delle sanzioni

Contratto di prestazione occasionale (nuovi Voucher ): i chiarimenti dell’INL sul calcolo delle sanzioni

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha recentemente fornito alcuni chiarimenti in merito alle modalità di quantificazione delle sanzioni pecuniarie legate alla gestione del nuovo contratto di prestazione occasionale (nuovi Voucher).

Si tratta delle sanzioni pecuniarie amministrative consistenti “nel pagamento di una somma da euro 500 a euro 2.500 per ogni prestazione lavorativa giornaliera per cui risulta accertata la violazione”:

  • degli obblighi di comunicazione preventiva che impone all’utilizzatore del contratto di prestazione occasionale di fornire le informazioni richieste almeno un’ora prima dell’inizio della prestazione attraverso la piattaforma informatica INPS;
  • dei divieti di utilizzo del contratto di prestazione occasionale.

L’Ispettorato precisa, a tal riguardo, che il parametro di quantificazione dell’importo della sanzione è il numero delle giornate in cui si è fatto ricorso al contratto di prestazione occasionale indipendentemente dal numero dei lavoratori impiegati nella singola giornata.

Alle sanzioni pecuniarie amministrative si aggiunge la sanzione della trasformazione in rapporto di lavoro subordinato nel caso di violazione dei divieti di utilizzo del contratto di prestazione occasionale e invece nel caso della violazione della comunicazione preventiva la trasformazione del rapporto (con la maxisanzione per lavoro nero) avverrà solamente se non sono presenti i requisiti previsti per l’instaurazione della prestazione occasionale.

Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi agli uffici della sede Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Industria metalmeccanica – Fondo mètaSalute: istruzioni per la corretta gestione mensile delle adesioni dei lavoratori

Il Fondo mètaSalute (notizia del 9 settembre 2017 dal titolo “Industria metalmeccanica – Sanità Integrativa …