Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Anac: stretta sugli accordi quadro

Anac: stretta sugli accordi quadro

L’Anac restringe il campo degli accordi quadro per i bandi di lavori, sottolineando che alcuni obblighi, come il divieto di appalto integrato (l’affidamento congiunto di progettazione ed esecuzione) restano pilastri portanti del nuovo Codice dei contratti pubblici.

E’ quanto si legge tra le righe della lettera, firmata dal presidente dell’Anticorruzione Raffaele Cantone, che l’Autorità ha appena recapitato al Ministero delle Infrastrutture.

L’Anac, in sostanza, invita Anas e tutte le stazioni appaltanti italiane a non abusare dell’accordo quadro: andrà, di norma, costruito solo sulla base di un progetto che abbia tutte le caratteristiche di un esecutivo. Con una sola grande eccezione: il correttivo al Codice appalti ha, infatti, previsto una progettazione semplificata, che andrà definita con decreto del Mit, per le manutenzioni ordinarie fino a 2,5 milioni. Fino alla pubblicazione di questo decreto, saranno poi salve tutte le manutenzioni che non riguardino parti strutturali, affidate anche sul definitivo.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

In vigore il nuovo Prezzario sui Lavori Pubblici della Regione Calabria

Pubblicata dalla Regione Calabria la Delibera di approvazione dell’aggiornamento, edizione 2017, del Prezzario Regionale sui …