Ultime notizie
Home / Tematiche / Economia e innovazione / Nuova chance per rottamare le cartelle : la rottamazione ter riapre i termini per chi è rimasto escluso

Nuova chance per rottamare le cartelle : la rottamazione ter riapre i termini per chi è rimasto escluso

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2020 dispone la riapertura dei termini per aderire alla rottamazione-ter delle cartelle e per pagare la prima (o unica) rata già scaduta lo scorso luglio.

Nuova opportunità per rottamare le cartelle, la scadenza di pagamento del 31 luglio 2019 prevista dalla norma in materia di rottamazione-ter, viene fissata al 30 novembre 2019 (data slittata al 2 dicembre 2019), lo prevede il decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 (D.L. 124/2019) pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 252 del 26/10/2019.

L’art. 37 del D.L. 124/2019, prevede quindi la riapertura del termine, scaduto il 31.07.2019, per il pagamento dell’unica o prima rata relativa alla rottamazione-ter ex art. 3, D.L. 119/2018.

La norma mira ad evitare disparità di trattamento tra:

  • i debitori che hanno tempestivamente presentato la propria dichiarazione di adesione alla c.d. “rottamazione-ter” entro il 30 aprile 2019;
  • i debitori che hanno fruito della riapertura del termine di relativa presentazione alla data al 31 luglio 2019.

Infatti, per i primi il pagamento delle somme dovute avrebbe dovuto essere effettuato in unica soluzione, entro il 31 luglio 2019, ovvero nel numero massimo di rate consecutive prescelte, la prima delle quali scadente alla stessa data. I secondi, viceversa, pur avendo aderito successivamente alla definizione agevolata, pagheranno la prima o unica rata entro il 30 novembre 2019.

La rimessione in termini riguarda anche i soggetti che avevano presentato istanza di rottamazione-bis, rimanendo poi inadempienti.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Voucher innovation manager: proroga al 6 dicembre 2019 del termine per la presentazione delle domande

Con decreto direttoriale del  26 novembre 2019, il MISE ha prorogato alle ore 12.00 del …