Ultime notizie
Home / News tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Iscritti alla gestione separata INPS: novità per maternità, paternità e congedo parentale

Iscritti alla gestione separata INPS: novità per maternità, paternità e congedo parentale

Gli iscritti alla gestione separata INPS possono accedere all’indennità di maternità, paternità e del congedo parentale con un solo mese di contribuzione ad aliquota piena accreditato nei 12 mesi precedenti il periodo indennizzabile. E’ quanto oggetto di chiarimento da una recente circolare INPS.

Le nuove regole si applicano retroattivamente dal 5 settembre 2019 , data di entrata in vigore di un decreto legge del settembre 2019 poi convertito in legge. Di conseguenza per i congedi parentali fruiti, anche solo parzialmente, dopo tale data, è sufficiente un solo mese di contribuzione nei dodici mesi precedenti il periodo indennizzabile, mentre per quelli precedenti sono necessari tre mesi di contributi.

Naturalmente ora dovranno organizzarsi proceduralmente tutti coloro che dallo scorso mese di settembre ad oggi non hanno presentato la domanda perchè senza il requisito minimo dei tre mesi o che magari hanno ricevuto un diniego dall’INPS.

L’adeguamento dell’Inps alle disposizioni del 2019 non impatta sui congedi parentali straordinari introdotti dai decreti COVID19 per la cui utilizzazione, come noto, no è richiesto il minimo contributivo.

Per eventuali chiarimenti ci si puo’ rivolgere agli uffici della sede Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Accordi aziendali premi di risultato vanificati per crisi COVID 19: possibile ricalcolare i valori di riferimento

E’ possibile prevedere meccanismi di sterilizzazione degli effetti negativi di eventi eccezionali, come la pandemia, …