Ultime notizie
Home / News tematiche / Economia e innovazione / Brevetti, marchi e disegni: ulteriori 43 milioni di euro per le agevolazioni e riapertura dei termini per le domande di contributo

Brevetti, marchi e disegni: ulteriori 43 milioni di euro per le agevolazioni e riapertura dei termini per le domande di contributo

A partire dal 30 settembre verranno riaperti per le PMI i termini di presentazione delle domande per richiedere i contributi agevolativi previsti dai bandi Marchi+3, Disegni+4 e Brevetti+, che erano stati chiusi per esaurimento delle risorse finanziarie nei mesi scorsi, per i quali sono stati stanziati ulteriori 43 milioni di euro.

E’ quanto deciso dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha anticipato l’emanazione del decreto di programmazione per il 2020 e dei relativi provvedimenti, al fine di rispondere alle numerose richieste provenienti dalle imprese che, nel corso della precedente apertura dello sportello, non avevano potuto presentare la domanda a seguito dell’esaurimento delle risorse.

Si tratta di misure agevolative verso le quali le PMI hanno manifesto da subito grande interesse, in quanto strumenti tesi a favorire la brevettabilità delle innovazioni tecnologiche e la valorizzazione di marchi e disegni.

Sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n.191 del 31 luglio 2020 gli avvisi di riapertura dei tre bandi, i cui termini di presentazione delle domande sono i seguenti:

  • dal 30 settembre per il bando Marchi+3, che dispone di ulteriori 4 milioni di euro (Marchi+3);
  • dal 14 ottobre per il bando Disegni+4, che dispone di ulteriori 14 milioni di euro (Disegni +4);
  • dal 21 ottobre per il bando Brevetti+, che dispone di ulteriori 25 milioni di euro (Brevetti+).

(Fonte: MISE)
https://www.mise.gov.it

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Split payment e reverse charge dentro la soglia del 10 per cento – Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Nel calcolo della soglia del 10 per cento dell’ammontare dei ricavi o compensi, tra i …

This function has been disabled for Unindustria Calabria.