Ultime notizie
Home / News tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Ingressi di stranieri per finalità formative

Ingressi di stranieri per finalità formative

Con Decreto Interministeriale è stato previsto, per il triennio 2020/2022, l’ingresso in Italia di una quota complessiva di 15mila cittadini stranieri (invariata rispetto al triennio precedente) per la partecipazione a corsi di formazione professionale e tirocini.

I limiti di accesso sono ripartiti come segue:

  • 7.500 unità per la frequenza a corsi di formazione professionale finalizzati al riconoscimento di una qualifica o alla certificazione delle competenze acquisite di durata non superiore a ventiquattro mesi, organizzati da enti di formazione accreditati secondo le norme regionali in attuazione dell’Intesa tra Stato e Regioni del 20 marzo 2008;
  • 7.500 unità per lo svolgimento di tirocini formativi e di orientamento finalizzati al completamento di un percorso di formazione professionale iniziato nel paese di origine e promossi dai soggetti promotori individuati dalle discipline regionali, in attuazione delle Linee guida in materia di tirocini approvate con Accordo Stato-Regioni.

Si evidenzia che le tipologie di ingresso considerate, al termine del periodo di formazione o tirocinio, sono convertibili in permessi di soggiorno per motivi di lavoro.

Per eventuali necessità di approfondimenti è possibile rivolgersi agli uffici della sede Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Licenziamenti: estesa a tutto il 2020 la possibilità di revoca con richiesta di cassa integrazione – Chiarimenti INL

Fornite dall’INL prime indicazioni in merito alle disposizioni di interesse contenute nel c.d. “Decreto di …

This function has been disabled for Unindustria Calabria.