Ultime notizie
Home / News tematiche / Economia e innovazione / Al via dal 22 settembre le domande per fruire del Fondo Perduto per il Tessile previsto dal Decreto Rilancio

Al via dal 22 settembre le domande per fruire del Fondo Perduto per il Tessile previsto dal Decreto Rilancio

Con DD decreto Direttoriale MISE del 3 agosto 2021 pubblicato in G.U. n 197 del 18 agosto sono stabilite le modalità e i termini per l’invio delle domande per usufruire del fondo per il tessile e moda.

Le domande di agevolazione, previste all’art. 4, corredate dalle proposte progettuali possono essere presentate all’Agenzia a decorrere dalle ore 12:00 e fino alle ore 18.00 del giorno 22 settembre 2021.

Le domande presentate prima del termine riportato sopra non saranno prese in considerazione.

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello, secondo quanto stabilito all’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo n. 123/1998.

I termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione saranno definiti con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese.

Con il medesimo provvedimento, saranno resi disponibili gli schemi in base ai quali devono essere presentate le domande di agevolazione e l’ulteriore documentazione utile allo svolgimento dell’attività istruttoria da parte del Ministero.

Le domande dovranno essere presentate, a partire dalla data fissata con il provvedimento direttoriale, esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposita procedura informatica resa disponibile sul sito Internet del Ministero.

Ogni impresa potrà presentare una sola domanda di agevolazione.

Il contributo è concesso nella misura del 50% delle spese sostenute e ammissibili.

Le risorse disponibili sono pari a euro 5.000.000,00.

E’ stato integrato l’elenco delle attività economiche ammissibili alla misura di sostegno alle piccole imprese operanti nell’industria del tessile, della moda e degli accessori.

I nuovi codici inseriti sono:

  • codice ATECO 74.10.10 “Attività di design di moda”
  • codice ATECO 32.12.20 “Lavorazione di pietre preziose e semipreziose per gioielleria e per uso industriale”.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di piccola dimensione ai sensi di quanto previsto nell’allegato I al regolamento (UE) n. 651/2014, di nuova o recente costituzione operanti:

  • nell’industria del tessile,
  • della moda e degli accessori,
  • non quotate
  • e che non abbiano rilevato l’attività di un’altra impresa
  • e che non siano state costituite a seguito di fusione.

Le imprese devono svolgere almeno una delle attività riportate nell’elenco di cui sopra, come risultante dal codice “prevalente” di attività comunicato al Registro delle imprese.

I Progetti ammissibili al fondo per il tessile per essere agevolabili devono appartenere alle seguenti tipologie:

  • progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi elementi di design;
  • progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni di processo produttivo;
  • progetti finalizzati alla realizzazione e all’utilizzo di tessuti innovativi;
  • progetti ispirati ai principi dell’economia circolare finalizzati al riciclo di materiali usati o all’utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili;
  • progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni digitali.

Tali progetti, inoltre, devono:

  • essere realizzati dai soggetti beneficiari presso la propria sede operativa ubicata in Italia;
  • prevedere spese ammissibili complessivamente non inferiori a euro 50.000,00 e non superiori a euro 200.000,00;
  • essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • essere ultimati entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

Elenco beneficiari BANDOFONDO PERDUTO per il tessile-elenco-ateco-aggiornato

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Posticipata al 1° ottobre la data di prenotazione del Bonus pubblicità 2021

E’ stata posticipata dal 1° settembre al 1° ottobre la prenotazione del Bonus pubblicità 2021.