Ultime notizie
Home / News tematiche / Economia e innovazione / Internazionalizzazione: riapertura del Fondo 394 – Webinar di Unindustria Calabria e SIMEST

Internazionalizzazione: riapertura del Fondo 394 – Webinar di Unindustria Calabria e SIMEST

Unindustria Calabria e SIMEST (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti) gestore del fondo 394, hanno programmato la realizzazione, per martedì 12/10/2021, alle ore 15:30,  tramite la piattaforma Zoom (In allegato la locandina e il link di collegamento) di un webinar per  illustrare dettagliatamente le importanti opportunità legate alla misura agevolativa introdotta in materia di internazionalizzazione con la riapertura del fondo 394, di cui di  seguito i dettagli.

E’ stata deliberata la riapertura del nuovo Fondo 394: lo strumento pubblico a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese italiane è stato finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU attraverso il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e ha l’obiettivo di favorire la transizione digitale ed ecologica delle PMI italiane a vocazione internazionale.

Il Fondo, gestito da SIMEST in convenzione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), è stato dotato di 1,2 miliardi di euro – di cui 400 milioni relativi alla quota di cofinanziamento a fondo perduto

A partire dal 28 ottobre 2021, per le PMI sarà nuovamente possibile presentare domanda per i bandi Simest a supporto dei progetti di internazionalizzazione.

L’agevolazione consiste in un mix di finanziamento agevolato (0,055% tasso attuale e senza garanzia) e un contributo a fondo perduto del:

– 40% se hanno almeno una sede operativa, attiva da minimo 6 mesi rispetto alla data di presentazione della Domanda, in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. A queste imprese è altresì riservato il 40% della dotazione complessiva del Fondo, ossia 480 milioni di euro;

– 25% per le altre PMI.

Dal prossimo 21 ottobre, è prevista una sorte di pre-apertura del portale e le imprese potranno caricare il modulo di domanda firmato digitalmente, una novità per agevolare l’iter di richiesta dei fondi. Ciascuna PMI potrà presentare un’unica domanda.

Di seguito vengono riportati gli strumenti a cui sarà possibile applicare con le principali caratteristiche:

Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema (anche virtuali) entro 12 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento, con spese per un importo non superiore a 150.000 €. Almeno il 30% dell’importo deve riguardare spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra: tale vincolo non si applica nel caso l’evento internazionale riguardi tematiche ecologiche o digitali.

Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce) entro 12 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento relativo a:

* la creazione di una nuova Piattaforma propria: max 300.000 €;

* il miglioramento di una Piattaforma propria già esistente: max 300.000 €;

* l’accesso ad un nuovo spazio o store di una Piattaforma di terzi: max 200.000 €.

Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazione internazionale, strumento per il quale sono eleggibili le società con un fatturato estero pari almeno al 10% dell’ultimo bilancio depositato, o in alternativa almeno il 20% in media negli ultimi due esercizi. I progetti devono essere realizzati entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento, prevedere spese per un importo totale non superiore a 300.000 € e così ripartite:

* almeno il 50% per la Transizione Digitale (es. sviluppo digitale dei processi aziendali, spese per investimenti e formazione legate all’industria 4.0, investimenti in attrezzature tecnologiche, programmi informatici e contenuti digitali, etc.).

* per non più del 50% spese relative a:

  1. investimenti per la sostenibilità in Italia (es. efficientamento energetico);
  2. internazionalizzazione (es. investimenti per singole strutture commerciali);
  3. valutazioni/certificazioni ambientali inerenti il finanziamento.

Per maggiori informazioni contattare la territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Misure per il sostegno al credito delle imprese

La Legge di bilancio 2022 ha introdotto Importanti disposizioni riguardanti le misure per il sostegno …