Ultime notizie
Home / News tematiche / Economia e innovazione / Avviso pubblico preselezione di interventi privati finalizzati alla definizione di un progetto pilota per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale territoriale

Avviso pubblico preselezione di interventi privati finalizzati alla definizione di un progetto pilota per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale territoriale

Informiamo che LameziaEuropa S.p.A., in qualità di Soggetto Responsabile del Patto Territoriale Lametino ed Agrolametino, ha pubblicato l’Avviso finalizzato alla preselezione di interventi imprenditoriali coerenti con l’ambito tematico “Competitività del sistema produttivo, in relazione alle potenzialità di sviluppo economico dell’area interessata: sviluppo e consolidamento di PMI già esistenti, in particolare promuovendo la digitalizzazione e l’innovazione di processo e di organizzazione ovvero l’offerta di nuovi prodotti e servizi da parte delle singole imprese beneficiarie e favorendo la creazione di filiere produttive e di forme di collaborazione tra imprese”.

La preselezione di cui sopra è finalizzata a individuare i migliori interventi privati, per definire il progetto pilota di LAMEZIAEUROPA S.p.A. In particolare, il PROGETTO PILOTA punta sulla trasformazione digitale, attraverso la realizzazione di interventi infrastrutturali pubblici materiali ed immateriali. In tal modo si vuole favorire il raggiungimento dei seguenti obbiettivi strategici:

  1. realizzare un ECOSISTEMA DIGITALE per migliorare la competitività del sistema territoriale lametino;
  2. completare il rilancio produttivo dell’area industriale dismessa ex Sir di Lamezia Terme;
  3. favorire lo sviluppo delle imprese che operano sul territorio, realizzare una infrastruttura digitale che metta in rete in maniera permanente le istituzioni locali ed i 21 Comuni del Comprensorio Lametino che costituiscono l’Area dei Due Patti Territoriali Lametini;
  4. dotare di servizi digitali e legati alla innovazione le Aree Industriali o le aree P.I.P. dei Comuni del territorio lametino in cui sono insediate imprese;
  5. rigenerare spazi e patrimoni pubblici allo stato non utilizzati, promuovere attività di formazione, completare i progetti infrastrutturali di rimodulazione dei patti territoriali, conservando la coerenza strategica con e attività realizzate e pianificate negli esercizi precedenti.

Possono presentare la domanda di agevolazione le imprese di micro, piccola e media dimensione (PMI) che alla data di presentazione della domanda abbiano i requisiti previsti all’art.2 dell’Avviso. Tali progetti devono:

  • essere realizzati presso un’unità produttiva localizzata nell’ambito dell’area del Patto Territoriale Lametino e/o Agrolametino;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione di cui all’articolo 8 del presente Avviso. Per data di avvio si intende la data di inizio dei lavori di costruzione relativi all’investimento oppure la data del primo impegno giuridicamente vincolante ad ordinare attrezzature o di qualsiasi altro impegno che renda irreversibile l’investimento, a seconda di quale condizione si verifichi prima;
  • avere una durata non superiore a 48 (quarantotto) mesi decorrenti dalla data del provvedimento di assegnazione dei contributi da parte del Ministero in favore del Progetto Pilota presentato LAMEZIAEUROPA S.p.A. Per data di ultimazione si intende la data dell’ultimo titolo di spesa rendicontato e ritenuto ammissibile alle agevolazioni;
  • non essere inerenti al settore della pesca e dell’acquacoltura e della produzione agricola primaria;
  • prevedere costi complessivi per un progetto non inferiore a euro 100.000,00 e non superiore a 200.000,00 euro.

Sono ammissibili gli interventi imprenditoriali che prevedono la realizzazione di “Progetti di innovazione” in coerenza con le seguenti definizioni:

  1. “innovazione dell’organizzazione”: l’applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nell’organizzazione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne di un’impresa. Sono esclusi: i. i cambiamenti che si basano su metodi organizzativi già utilizzati nell’impresa; ii. i cambiamenti nella strategia di gestione; iii. le fusioni e le acquisizioni, la cessazione dell’utilizzo di un processo; iv. la mera sostituzione o estensione dei beni strumentali; v. i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l’adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici; vi. il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati;
  2. “innovazione di processo”: l’applicazione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o sensibilmente migliorato (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software). Sono esclusi: i. i cambiamenti o i miglioramenti minori; ii. l’aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l’aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso; iii. la cessazione dell’utilizzazione di un processo; iv. la mera sostituzione o estensione dei beni strumentali; v. i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l’adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici; vi. il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati.

Costi ammissibili

Sono ammissibili i seguenti costi:

  1. le spese di personale;
  2. i costi relativi a strumentazione e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto, nel limite delle quote di ammortamento ordinario;
  3. i costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato;
  4. le spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto e connessi alla realizzazione delle attività di innovazione di processo/organizzazione, nel limite massimo del 20% del totale delle spese del personale di cui alla precedente lettera a).

Ai fini dell’ammissibilità, tali costi devono:

  • essere sostenuti successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione di cui all’articolo 8 del presente Avviso ed entro il termine ultimo previsto per l’ultimazione del progetto;
  • in caso di beni, essere relativi a beni nuovi di fabbrica acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente, alle normali condizioni di mercato e utilizzati esclusivamente nell’unità produttiva oggetto del progetto innovazione;
  • essere pagati esclusivamente attraverso conti intestati al soggetto beneficiario e con modalità che consentano la piena tracciabilità del pagamento e l’immediata riconducibilità dello stesso alla relativa fattura o al relativo documento giustificativo di spesa.

Per la realizzazione degli interventi imprenditoriali è assegnato un contributo pari al 50 (cinquanta) per cento dei costi ammissibili. Le agevolazioni sono concesse ai sensi e nei limiti di quanto previsto dall’articolo 29 (Aiuti per l’innovazione dei processi e dell’organizzazione) del Regolamento GBER e assumono la forma del contributo alla spesa. L’importo massimo del contributo concedibile è fissato nella misura di euro 100.000,00 (euro centomila/00). Le agevolazioni possono essere cumulate con altri aiuti di Stato, anche «de minimis», nei limiti previsti dall’articolo 8 (Cumulo) del Regolamento GBER. In aggiunta alle agevolazioni finanziarie di cui al presente articolo le imprese beneficiarie godranno di un servizio gratuito di assistenza e tutoraggio tecnico-gestionale finalizzato a valorizzare le attività e la coerenza degli obbiettivi progettuali con le finalità del bando, in particolare diretti ad aumentare il livello di efficienza e/o di flessibilità nello svolgimento delle funzioni aziendali, in grado di consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa.

I beneficiari del presente avviso possono presentare la propria proposta di intervento inviando:

  1. il modulo di domanda allegato “A – Domanda di partecipazione alla preselezione di progetti e attestazione in merito alla sussistenza dei requisiti soggettivi di ammissibilità”
  2. lo schema di progetto allegato “B intervento candidato alla definizione del progetto Pilota”, che va compilato integralmente in ogni sua parte.

Le domande potranno essere trasmesse, a partire dalle ore 9:00 del giorno lunedì 10 gennaio 2022 fino alle ore 18.00 del giorno giovedì 20 gennaio 2022, al seguente indirizzo PEC: info@pec.lameziaeuropaspa.it Saranno escluse le domande inviate dopo tale termine. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande. Come data di presentazione della domanda è assunta la data e l’ora indicata nella ricevuta di avvenuta consegna della stessa nella casella di posta certificata di cui sopra. La responsabilità derivante dal mancato o tardivo ricevimento della domanda per disguidi tecnici rimane in capo al soggetto beneficiario proponente

Per maggiori informazioni potete consultare l’Avviso http://www.lameziaeuropaspa.it/wp-content/uploads/Avviso-di-preselezione_Progetti_PMI.pdf  o contattare la vostra territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Zone ZES – precisazioni dell’Agenzia delle Entrate sugli immobili strumentali

Con la risposta n. 322 del 21 giugno 2022 l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti …