Ultime notizie
Home / News tematiche / Economia e innovazione / SACE supporta le PMI italiane – Dettagli sulle soluzioni offerte alle aziende

SACE supporta le PMI italiane – Dettagli sulle soluzioni offerte alle aziende

Riteniamo utile riportare di seguito una sintesi dell’offerta che la SACE, specializzata nel sostegno alle imprese e al tessuto economico nazionale, mette a disposizione delle imprese,  con una particolare specifica per gli strumenti che facilitano l’accesso al credito delle aziende, tenuto conto del ruolo rafforzato che SACE ha acquisito dalle misure straordinarie previste dal Decreto Liquidità e dai successivi DL Aiuti:

  • Risk & Export Map per conoscere i mercati esteri: SACE – Risk & Export Map;
  • Formazione costante grazie a SACE Education mediante percorsi formativi gratuiti e specializzanti: SACE – Education, il nuovo hub formativo a sostegno delle imprese;
  • Business Matching: eventi in Italia, all’estero e online per facilitare l’incontro con importanti buyer esteri: SACE – Business Promotion;
  • Assicurazione del credito per proteggere, con coperture fino al 100% dei rischi politici e commerciali, i crediti all’estero derivanti da contratti commerciali, offrendo dilazioni di pagamento all’acquirente;
  • Polizze Fideiussioni a garanzia di fideiussioni commerciali richieste nelle gare d’appalto internazionali;
  • Garanzie Finanziarie per accedere più facilmente a finanziamenti aventi come sottostante un progetto di internazionalizzazione;
  • Garanzie SACE Green a supporto di finanziamenti finalizzati ad investimenti green in Italia;
  • Garanzia SupportItalia, strumento emergenziale per sostenere le imprese italiane colpite dagli effetti economici negativi derivanti dal conflitto Russia-Ucraina;
  • Cauzioni Energia PMI per consentire alle PMI, che hanno in essere contratti per la fornitura di energia, di ottenere con più facilità una rateizzazione delle fatture;
  • Recupero crediti per recuperare i crediti insoluti;

Il gruppo SACE supporta, quindi, le imprese con soluzioni:

  • assicurative finalizzate ad ottenere dilazione dei pagamenti;
  • finanziarie per supportare le esigenze di circolante;
  • con rilascio di garanzie finalizzate ad accrescere le linee di fido concesse alle imprese;
  • finanziarie per il pagamento delle forniture energetiche e la dilazione delle fatture dei clienti.

Nel ventaglio della variegata offerta proposta dal gruppo SACE, meritano maggiori dettagli due strumenti di sicuro interesse per il mondo delle imprese:

la “Garanzia SupportItalia”, strumento emergenziale per sostenere le imprese italiane colpite dagli effetti economici negativi derivanti dal conflitto Russia-Ucraina. Trattasi di Garanzia finanziaria (di durata non superiore a 8 anni) a prima richiesta rilasciata da SACE SPA alle banche di relazione dell’azienda a copertura del rischio di mancato rimborso delle linee di credito concesse alle aziende che non superano il maggiore tra 15% del fatturato annuo totale medio degli ultimi tre esercizi e il 50% dei costi sostenuti per fonti energetiche nei 12 mesi precedenti.

Lo strumento, quindi, consente di incrementare le linee di fido di cui l’azienda dispone presso il sistema bancario grazie al fatto che quest’ultimo riceve una garanzia contro garantite dallo Stato italiano.

Possono richiedere lo strumento tutte le imprese con sede legale in Italia che hanno esigenze di liquidità per contenere gli effetti economici derivanti dall’aggressione russa contro l’Ucraina, dalle sanzioni imposte dall’Unione europea e dai partner internazionali nei confronti della Federazione russa e della Repubblica di Bielorussia e dalle eventuali misure ritorsive adottate dalla Federazione russa.

La banca di relazione del distributore richiede a SACE il rilascio di una garanzia a copertura delle linee di credito concesse all’azienda fino a un massimo di:

  • 90% dell’importo del finanziamento: se < 5mila dipendenti e fatturato ≤ 1.5 mld euro
  • 80% dell’importo del finanziamento: se > 5mila dipendenti e fatturato tra 1.5 mld euro e 5 mld euro
  • 70% dell’importo del finanziamento: per imprese con fatturato > 5 mld euro

L’iter per ottenere la garanzia è molto semplice:

  1. l’impresa richiede alla banca di sua fiducia un finanziamento con garanzia dello Stato;
  2. Il finanziatore verifica i criteri di eleggibilità, effettua istruttoria creditizia e, in caso di esito positivo del processo di delibera, inserisce la richiesta di garanzia nel portale online di SACE;
  3. SACE processa la richiesta e, riscontrato l’esito positivo del processo di delibera, emette la propria garanzia (in 48 ore se procedura semplificata applicata alle imprese con fatturato individuale fino a 1,5 miliardi di euro o con non più di 5.000 dipendenti in Italia o, comunque, per finanziamenti di importo massimo garantito fino a 375 milioni di euro);
  4. Il Finanziatore eroga all’impresa la linea richiesta con la garanzia di SACE contro garantita dallo Stato.

“Cauzione ENERGIA PMI”, che consente alle PMI, che hanno in essere contratti per la fornitura di energia, di ottenere con più facilità una rateizzazione delle fatture per i consumi da maggio a dicembre 2022, grazie al rilascio da parte di SACE BT di una garanzia di pagamento degli importi rateizzati in favore dei venditore di energia.

Trattasi, quindi di uno strumento che tutela il venditore dal rischio di mancato pagamento delle fatture dilazionate e gli consente un più agevole smobilizzo delle fatture stesse.

Lo strumento è riservato a tutte le PMI italiane (con fatturato fino a 50mln al 31/12/2021 e in bonis) che hanno in essere un contratto per la fornitura di energia.

La PMI, previo accordo con il proprio fornitore di energia, richiede sul portale MyArea di SACE la cauzione:

  • per importo pari alle fatture dilazionate;
  • per una durata pari alla dilazione concessa;
  • SACE, valutato il merito di credito della PMI, emette online la cauzione;
  • la PMI trasmette la cauzione al venditore

Riportiamo di seguito il processo da seguire per il rilascio della cauzione:

  1. La PMI che desidera rateizzare le fatture relative ai consumi energetici del periodo maggio/dicembre 2022 presenta una richiesta al proprio venditore di energia;
  2. Il venditore di energia valuta autonomamente se accogliere la richiesta e nel caso propone la rateizzazione di una o più fatture secondo uno specifico piano di ammortamento;
  3. Nel caso la proposta sia condizionata alla presentazione di una garanzia, il venditore può indirizzare la PMI verso il prodotto Cauzioni Energia PMI di  SACE BT;
  4. La PMI richiede la Cauzione on line nell’area riservata MyArea del sito sace.it allegando copia della fattura/e da dilazionare e il piano proposto dal venditore;
  5. SACE BT, in circa 8-10 giorni lavorativi, conduce una valutazione indipendente da quella del venditore e, in caso di valutazione positiva, quota il costo della Cauzione alla PMI;
  6. La PMI paga il premio e firma digitalmente la documentazione fornita da SACE BT che perfeziona la Cauzione e rende disponibile la copia per il beneficiario

Per maggiori informazioni e/o per eventuale supporto potete contattare la vostra Associazione Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Pubblicato in pre-informazione l’Avviso regionale FoVeC (Fondo di Venture Capital)

La Regione Calabria ha istituito il Fondo di venture capital (FoVeC) con l’obiettivo di sostenere, …