Ultime notizie
Home / News tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Industria Metalmeccanica: nuovi minimi tabellari giugno 2024 (nuovo indice IPCA) -Applicazione regole contrattuali

Industria Metalmeccanica: nuovi minimi tabellari giugno 2024 (nuovo indice IPCA) -Applicazione regole contrattuali

I’11 giugno 2024, Federmeccanica, Assistal e Fim, Fiom e Uilm, preso atto della dinamica consuntivata dell’IPCA 2023 comunicata il 7 giugno scorso dall’ISTAT e verificato che l’importo relativo all’adeguamento IPCA è risultato superiore agli incrementi retributivi complessivi, in adempimento di quanto stabilito dal vigente C.C.N.L. 5 febbraio 2021, hanno provveduto ad adeguare all’importo risultante i minimi tabellari per livello, decorrenti dal 1° giugno 2024.

Pertanto, a decorrere dal 1° giugno 2024, i nuovi importi sostituiscono, a tutti gli effetti, gli importi dei minimi tabellari previsti nella tabella di cui al testo del C.C.N.L. 5 febbraio 2021.

Si ricorda che la variazione dei minimi tabellari ha effetto sull’indennità di maneggio denaro, sulle maggiorazioni per lavoro straordinario, sui minimi tabellari degli apprendisti, sull’utile minimo di cottimo, sulla contribuzione al fondo COMETA.

Dal 1° giugno 2024 variano anche gli importi delle indennità di trasferta e di reperibilità.

Per quanto riguarda gli apprendisti, si precisa che per i lavoratori già in forza al 31 maggio 2021 con contratto di apprendistato professionalizzante si devono continuare a riconoscere i minimi tabellari della categoria di appartenenza (secondo il sistema del sottoinquadramento), mentre per gli apprendisti assunti a partire dal 1° giugno 2021 dovrà essere riconosciuta la retribuzione in misura percentuale del livello di inquadramento corrispondente alla qualifica da conseguire.

La nuova tabella di retribuzione dal 1° giugno 2024 è disponibile presso gli uffici della sede Territoriale di riferimento oppure, per il periodo della sua validità, su questo stesso sito internet nell’Area Riservata “Tabelle Retributive”.

Presso gli stessi uffici sono reperibili le nuove indennità di maneggio denaro, le maggiorazioni per lavoro straordinario, gli utili minimi di cottimo., gli importi delle indennità di trasferta e reperibilità, le percentuali di retribuzione dei livelli di inquadramento conseguenti alle qualifiche da conseguire per gli apprendisti assunti a partire dal 1° giugno 2024.

Riteniamo opportuno informare che gli incrementi dei minimi tabellari di cui trattasi assorbono le cifre fisse che eventualmente siano state riconosciute in azienda dopo il 1gennaio 2017. E’ previsto anche l’assorbimento degli aumenti individuali riconosciuti dopo il 1° gennaio 2017, salvo che non siano stati concessi con una clausola espressa di non assorbibilità. Restano esclusi dagli assorbimenti gli importi retributivi riconosciuti in relazione alle modalità di effettuazione della prestazione (straordinario, notturno, turni, festività, orario plirusettimanale, ecc.).

Atteso che le cifre fisse eventualmente corrisposte ai dipendenti sono assorbite dagli incrementi dei minimi tabellari, presso gli uffici della sede Territoriale di riferimento sono disponibili bozze di comunicazione individuale da fare ai dipendenti relative all’assorbimenti o meno dei superminimi individuali e collettivi riconosciuti dal 1° gennaio 2017 salvo che siano stati concessi con una clausola espressa di non assorbibilità.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Sintesi ultime agevolazioni in materia di lavoro

A seguito delle numerose richieste pervenute in merito alle recentissime novità in materia di riduzioni …