Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / E-fattura per i subappalti: emanati i chiarimenti dell’Agenzia della Entrate

E-fattura per i subappalti: emanati i chiarimenti dell’Agenzia della Entrate

Dal 1° luglio scorso sono obbligati ad emettere fattura elettronica i subappaltatori e i subcontraenti per i quali l’appaltatore ha eseguito le comunicazioni alla PA committente prescritte dal “Codice dei contratti pubblici”, mentre sono esclusi dal nuovo adempimento i fornitori dell’appaltatore per i quali non vige alcun obbligo comunicativo.

La nuova modalità di fatturazione, inoltre, presuppone che “a monte” ci sia un contratto stipulato con “pubbliche amministrazioni”, intendendosi per tali i soggetti pubblici che sono già a loro volta destinatari di fatture elettroniche. Non sono, quindi, considerate “pubbliche amministrazioni” le società controllate o partecipate da soggetti pubblici, ancorché rientranti nel più ampio obbligo di “tracciabilità dei pagamenti”.

Questi alcuni dei chiarimenti contenuti in una recente circolare, con la quale l’Agenzia delle Entrate ha fornito  le attese indicazioni sul perimetro d’applicazione dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Tali chiarimenti si aggiungono a quanto anticipato dalla precedente circolare, con la quale l’Agenzia ha precisato che la fatturazione elettronica riguarda, comunque, i soli rapporti diretti tra appaltatore e subappaltatore/subcontraente, con esclusione degli ulteriori passaggi successivi. Così, nei rapporti tra il subappaltatore/subcontraente ed eventuali suoi prestatori e contraenti, la fatturazione, anche dal 1° luglio 2018, può comunque avvenire con la tradizionale modalità cartacea.

La circolare interviene anche sull’ipotesi, piuttosto frequente, di esecuzione dell’appalto pubblico tramite strutture consortili, precisando che l’obbligo di fatturazione elettronica, in ogni caso, non si estende nei rapporti interni tra Consorzio e imprese consorziate (che, in linea generale, non si configurano comunque come subappalti o ipotesi affini).

Pertanto, anche laddove il Consorzio operi nei confronti dell’appaltatore principale, ricadendo quindi, dal 1° luglio scorso, nell’obbligo di fatturazione elettronica, le società consorziate non sono comunque obbligate a fatturare in modalità elettronica nei confronti del Consorzio medesimo.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Procedure negoziate, anche le imprese non invitate possono fare un’offerta

Anche un’impresa non invitata alla procedura negoziata può presentare un’offerta nel tentativo di aggiudicarsi la …