Ultime notizie
Home / Tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Il congedo per curare un disabile non incide sull’indennità maternità

Il congedo per curare un disabile non incide sull’indennità maternità

Il periodo di congedo straordinario fruito da una lavoratrice gestante per assistere il coniuge convivente o un figlio portatore di handicap, deve essere escluso dal computo dei 60 giorni che non possono essere superati tra la fine dell’attività lavorativa e l’inizio del periodo di astensione obbligatoria dal lavoro, pena la perdita del diritto all’indennità giornaliera di maternità.

Lo ha stabilito la Corte Costituzionale con recente sentenza.

La corte Costituzionale parifica, così, la citata situazione alle altre fattispecie su cui il computo dei 60 giorni non incide e cioè: le assenze per malattia o infortunio sul lavoro, accertate e riconosciute dagli enti gestori delle relative assicurazioni sociali; al periodo di congedo parentale o di congedo per malattia del figlio per una precedente maternità; al periodo di assenza per accudire minori in affidamento ed al periodo di mancata prestazione lavorativa prevista dal contratto di lavoro a tempo parziale di tipo verticale.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Operativa la CIGS per cessazione di attività

Un recente decreto del Governo ha introdotto la cassa integrazione straordinaria (CIGS) per cessazione di …