Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Albo Commissari, le istruzioni Anac: al via da settembre, obbligatorio dal 15 gennaio

Albo Commissari, le istruzioni Anac: al via da settembre, obbligatorio dal 15 gennaio

L’Albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara gestito dall’Autorità Anticorruzione (Anac), punto chiave del Codice appalti per far funzionare le gare ad offerta più vantaggiosa sottraendo le nomine dei commissari alla discrezionalità dei singoli enti appaltanti, sarà operativo per le iscrizioni a partire dal 10 settembre prossimo, e l’utilizzo dei professionisti iscritti all’albo sarà obbligatorio per tutti i bandi di appalti pubblici con scadenza per le offerte a partire dal 15 gennaio 2019. È quanto stabilito recentemente dall’Anac.

L’obbligo dei commissari di gara “esterni” alla stazione appaltante, estratti a sorte nell’ambito di un Albo nazionale gestito dall’Anac, è assoluto (commissari e presidenti) per tutti gli appalti di lavori sopra un milione di euro e per servizi e forniture al di sopra della soglia europea, mentre sotto queste soglie la Pa appaltante può scegliere commissari interni ma non il presidente, che deve sempre essere iscritto all’Albo Anac ed estratto a sorte.

L’utilizzo di commissari iscritti all’Albo Anac è obbligatorio in base al Codice anche per tutti gli appalti di «particolare complessità», come definiti dalle Linee guida 5.

Tutta la procedura – iscrizione, richieste delle Pa, estrazione – si svolge sull’applicativo informatico che sarà messo a disposizione sul sito Anac nei prossimi giorni (www.anticorruzione.it). Una volta alimentato l’albo, le stazioni appaltanti devono chiedere all’Anac, per ogni gara, la lista di esperti da cui sorteggiare, specificando la sezione dell’Albo in base al tipo di appalto. L’Anac estrae a sorte un numero di candidati commissari (in possesso degli specifici requisiti) pari al doppio o triplo degli esperti da nominare. Poi la stazione appaltante estrae a sua volta i nomi dei commissari, sempre a caso. Tutto questo sarà obbligatorio per le gare d’appalto pubbliche con scadenza per le offerte a partire dal 15 gennaio 2019.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Massimo ribasso, per il taglio delle ali va applicato il criterio del “blocco unitario”

Nel calcolo dell’anomalia, il cosiddetto taglio delle ali va operato applicando il criterio del blocco …