Ultime notizie
Home / Tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Contratti a termine: breve promemoria sulle novità

Contratti a termine: breve promemoria sulle novità

Il decreto legge cosiddetto “Dignità” contiene significative disposizioni sui contratti a termine che, a seguito dell’avvenuta conversione in legge, trovano decorrenza dal 14 luglio scorso.

Al fine di rendere più chiare le novità introdotte, si evidenziano i seguenti punti:

  1. la durata massima del contratto passa da 36 a 24 mesi;
  2. ridotto il numero di proroghe da 5 a 4;
  3. per i contratti superiori o che arrivano a superare i 12 mesi dopo proroghe, devono essere rispettate le causali previste;
  4. nei casi di rinnovi (cosa diversa della proroga) devono essere rispettate le causali previste;
  5. incrementato di 0,5 punti percentuali il contributo aggiuntivo dovuto in caso di stipula di contratti a termine;
  6. aumentato il termine di impugnazione del contratto a termine da 120 giorni a 180 giorni.

Le nuove disposizioni si applicano esclusivamente ai contratti a termine stipulati dal 14 luglio 2018. Per quelli stipulati in precedenza, si applicano le nuove norme solo per le proroghe ed i rinnovi a partire dal 1° novembre 2018.

All’interno dei principi sopra esposti gli uffici della sede Territoriale di riferimento sono a disposizione delle aziende per chiarimenti ed assistenza per ogni necessità operativa dovesse sorgere.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Trattamento di fine rapporto: indici di rivalutazione settembre 2018

A settembre 2018, in base ai nuovi sistemi di calcolo introdotti dall’Istat, l’indice in base …