Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Consorzi, niente «cumulo di requisiti alla rinfusa» per i lavori nei beni culturali

Consorzi, niente «cumulo di requisiti alla rinfusa» per i lavori nei beni culturali

Il cumulo dei requisiti alla rinfusa che permette alle imprese riunite in un consorzio Stabile di eseguire i lavori sulla base dei requisiti posseduti dal consorzio (e non singolarmente) non si applica nel settore dei beni culturali. Lo sottolinea l’Autorità Anticorruzione in una recente risposta a un parere di precontenzioso.

L’Anac ha motivato la scelta con la specificità della disciplina prevista dal codice appalti per i beni culturali che «in ragione del particolare interesse pubblico alla tutela e conservazione dei beni interessati, evidenzia una ratio tesa a determinare una diretta correlazione tra l’esecutore dei lavori e la titolarità della qualificazione in termini di attestazione per i lavori eseguiti».

Non a caso segnala sempre l’Anac, nei beni culturali è vietato il ricorso all’avvalimento (prestito dei requisiti tra imprese) e viene anche imposto che ai fine della qualificazione i lavori eseguiti nel settore dei beni culturali possono essere utilizzati «unicamente dall’operatore che li ha effettivamente eseguiti».

Di qui, si legge nel parere « l’assunto che la regola del cumulo alla rinfusa dei requisiti di partecipazione, espressa per i consorzi stabili e le consorziate designate per l’esecuzione dei lavori, non può trovare applicazione per gli appalti di lavori nel settore dei beni culturali». Con la conseguenza che, «nel caso di partecipazione di un consorzio stabile a una procedura di gara, a prescindere dalla qualificazione del consorzio, la qualificazione richiesta debba essere comunque posseduta dall’impresa designata per l’esecuzione del contratto».

Il principio, continua l’Autorità, vale anche non solo per la categoria di qualificazione Soa posseduta, ma anche per la classifica essendo entrambi «elementi costitutivi della qualificazione necessaria all’esecuzione dei lavori».

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Appalti, ok al punteggio assegnato sulla base di una formula indipendente che «marginalizza» il prezzo

Nell’ambito di una gara da aggiudicarsi all’offerta economicamente più vantaggiosa è legittima l’assegnazione del punteggio …