Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Entrate: bonus sulle case antisismiche vendute dai costruttori solo dal 2017 in poi

Entrate: bonus sulle case antisismiche vendute dai costruttori solo dal 2017 in poi

Perde lo sconto previsto dal sisma-bonus (fino all’85% della spesa) chi acquista una casa anti-sismica frutto di progetto di demolizione e ricostruzione autorizzato prima del 2017. Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate in una recente risposta a un interpello.

Per le Entrate «nel concetto di demolizione e ricostruzione» rientra «anche la ricostruzione dell’edificio che determina un aumento volumetrico rispetto a quello preesistente». Basta che «le disposizioni normative urbanistiche in vigore permettano tale variazione». Di conseguenza, non ha alcuna importanza, ai fini del riconoscimento del bonus fiscale, «che il fabbricato ricostruito contenga un numero maggiore di unità immobiliari rispetto al preesistente».

Il paletto decisivo è invece quello temporale. Qui la data rilevante non è però l’entrata in vigore del decreto Crescita. Ma la disciplina su cui il decreto Crescita interviene. Quelle norme fanno riferimento a un sistema di incentivi che secondo l’Agenzia possono essere riconosciuti soltanto ai progetti basati su permessi di costruire rilasciati dal primo gennaio 2017 in poi. Restano esclusi quelli realizzati a seguito di procedure avviate in precedenza.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Appalti, ok al punteggio assegnato sulla base di una formula indipendente che «marginalizza» il prezzo

Nell’ambito di una gara da aggiudicarsi all’offerta economicamente più vantaggiosa è legittima l’assegnazione del punteggio …