Ultime notizie
Home / News tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / La decontribuzione sud è operativa anche per il 2023

La decontribuzione sud è operativa anche per il 2023

Informiamo che l’INPS, con recentissimo messaggio, in virtù della decisione della Commissione Europea del 6 dicembre 2022, comunica l’avvenuta estensione per ulteriori 12 mesi (dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023) della durata dell’esonero contributivo a beneficio delle imprese meridionali. Attualmente la riduzione contributiva è pari al 30% sino al 31 dicembre 2025; al 20% fino al per gli anni 2026 e 2027 ed al 10% per il biennio 2028/2029.

E’, come noto, uno sconto dei contributi che può essere fruito in relazione ai rapporti di lavoro subordinati esistenti e di nuova costituzione nelle unità produttive ubicate in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Sardegna e Sicilia.

Possono accedere all’aiuto tutti i datori di lavoro con esclusione delle imprese del settore finanziario , della produzione primaria di prodotti agricoli nonché dei datori di lavoro domestico. La decontribuzione è generalizzata e non soggiace ad alcun limite retributivo. Non trattandosi di incentivi all’occupazione non trovano applicazioni i principi dell’art. 31 del D.Lgs 150/2015 mentre l’agevolazione sarà annotata nel registro nazionale degli aiuti di Stato, trattandosi di misure con limite di fruizione.

Per ogni approfondimento è possibile rivolgersi agli uffici della vostra Associazione Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Imprese autotrasporto e logistica: indennità di copertura economica per mancato rinnovo contrattuale

Con specifico verbale di incontro, le organizzazioni sindacali di parte datoriale e dei lavoratori, in …