Ultime notizie
Home / Piccola Industria / PMI DAY 2023. Tema di quest’anno la libertà, valore fondamentale per realizzare se stessi attraverso il lavoro

PMI DAY 2023. Tema di quest’anno la libertà, valore fondamentale per realizzare se stessi attraverso il lavoro

Anche quest’anno grande successo e tantissimi ragazzi, hanno avuto modo di conoscere il mondo dell’impresa, e le sue opportunità, in occasione della Quattordicesima Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese. Il PMI DAY, organizzato da Piccola Industria, in collaborazione con le Associazioni di Confindustria, si è svolto il 17 novembre, simultaneamente in tutta Italia, con una serie di iniziative guidate all’interno delle aziende del territorio.

L’evento, ha trovato, da un lato, studenti molto interessati, dall’latro, imprenditori motivati a trasmette alle nuove generazioni, la passione del fare impresa, anche in un territorio come il nostro ricco di potenzialità e peculiarità. Numeri importanti che a livello italiano hanno fatto registrare un nuovo record, nell’area metropolitana di Reggio Calabria, 15 aziende hanno aperto le porte a 8 scuole, per un totale di più di 600 studenti.

Tema di questa edizione la Libertà, come valore fondamentale di impegno e come presupposto per realizzare le proprie aspirazioni, contribuendo a generare benessere collettivo.

“Ritorna anche quest’anno il PMI DAY, che chiude la settimana europea delle piccole imprese. – commenta il presidente di Piccola Industria Unindustria Calabria, Daniele Diano – Il tema di quest’anno, la libertà, è un tema, secondo me, particolarmente azzeccato, soprattutto nella nostra terra. La libertà di inseguire i propri sogni, di realizzare il proprio lavoro, e attraverso questo, realizzare sé stessi. Vogliamo far vedere ai ragazzi, tutta la complessità delle nostre imprese, quello che realmente l’impresa è, un ecosistema in cui tutti i componenti, dal più piccolo al più grande, compiono un’operazione per fare qualcosa per il bene del territorio, per sé stessi e per l’impresa. Un particolare ringraziamento va a le scuole calabresi ed alle aziende del territorio che hanno accolto gli alunni”.

Nella provincia di Reggio Calabria, 15 le aziende che hanno partecipato: Diano Cementi Spa, Mangiatorella Spa, Attinà & Forti Srl, Caffe’ Mauro Spa, Meridiano Lines Srl, Coop Pastori Calabresi Soc. Agricola, Certa Credita Srl, Medcenter Container Terminal, O2hp Snc, Idelivery Srl, Siel Srl, Aifitec Srls, Casale 1890, Lagan &Altemps, Assipolito Di Polito Ferdinando; e 8 le scuole che hanno aderito: IIS “Ten Col. Giovanni Familiari di Melito Porto Salvo, I.T.T. “Panella Vallauri” di Reggio Calabria, Istituto tecnico industriale “Majorana” di Roccella Jonica, Istituto superiore “Umberto Boccioni/Fermi” di Reggio Calabria, I.T.E. “Raffaele Piria-Ferraris/Da Empoli di Reggio Calabria, Liceo Scientifico L. Da Vinci di Reggio Calabria, Istituto Professionale Alberghiero Turistico “G. Trecroci” di Villa San Giovanni, IIS “A.Righi” di Reggio Calabria, per un totale di circa 600 alunni.

Nella provincia di Catanzaro 2 aziende: Green Energy Spa; Salvatori Srl; e 2 scuole IIS “Petrucci – Ferraris” di Catanzaro e ITTS Scalfaro di Catanzaro, in totale 50 gli alunni.

Per Vibo Valentia, 4 le aziende dove si sono svolte le visite guidate: Baker Hughes Nuovo Pignone Srl Costruzioni metalliche, Evermind Srl Società Benefit, Labranda Rocca Nettuno Hotel Tropea, Maiolo & Partners Multiservizi Srl; e 5 le scuole coinvolte: IIS De Filippis; IPSEOA A. Gagliardi; ITI ITG; Liceo Scientifico “G. Berto”, Liceo Statale “Vito Capialbi”, tutte scuole di Vibo Valentia, in totale 120 studenti.

In provincia di Cosenza ha aderito una azienda, l’Italbacolor Srl, e 52 alunni della Scuola Polo Arberesh di Lungro.

In provincia di Crotone, 30 gli allievi della scuola I.P.S.I.A. Anna Maria Barlacchi, che hanno fatto visita all’azienda Marrelli Health Srl.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

BusinessEurope’s SME Roadshow. Second stop in Rome. Green and digital transition: are SMEs there yet? 4 ottobre 2023

Le Pmi costituiscono il 99 % delle imprese dell’UE, forniscono due terzi dei posti di …