Ultime notizie
Home / News tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Ammortizzatori Sociali (CIGO e CIGS): le istruzioni INPS sul Jobs Act 2015 – Per la CIGO entro il 17 dicembre 2015 le istanze per periodo transitorio

Ammortizzatori Sociali (CIGO e CIGS): le istruzioni INPS sul Jobs Act 2015 – Per la CIGO entro il 17 dicembre 2015 le istanze per periodo transitorio

Le novità introdotte da uno dei decreti legislativi attuativi del Jobs Act 2015 in tema di ammortizzatori sociali (CIGO e CIGS) sono state chiarite da una recente circolare INPS.

Uno degli aspetti più immediati e rilevanti è la riapertura dei termini per l’invio delle domande di cassa integrazione ordinaria. Infatti è stato neutralizzato il periodo intercorrente tra la data di entrata in vigore del decreto legislativo di riforma (24 settembre 2015) e quella di pubblicazione (2 dicembre 2015) della circolare INPS.

Di conseguenza:

1) per gli eventi di sospensione o riduzione intervenuti nel periodo cosiddetto “neutralizzato”, i 15 giorni per le istanze decorrono dal 2 dicembre 2015;

2) per gli eventi di sospensione o riduzione intervenuti dal giorno successivo al 2 dicembre 2015, i 15 giorni decorrono dalla data di inizio dell’evento di sospensione o riduzione;

3) per gli eventi iniziati precedentemente alla data di entrata in vigore del decreto (24 settembre 2015) restano confermati i termini previsti dalla vecchia normativa.

Per il resto, la circolare citata apporta importanti chiarimenti che riguardano:

  1. per entrambe le forme (CIGO e CIGS), i lavoratori beneficiari e i requisiti soggettivi, l’estensione della CIG agli apprendisti, le anzianità utili e le eccezioni che riguardano anche gli eventi oggettivamente non evitabili in edilizia ed i casi di trasferimento di azienda o passaggi di appalti, la misura delle integrazioni salariali, la durata massima, la nozione di unità produttiva con i relativi nuovi adempimenti ai fini della valutazione di molti requisiti per accedere agli ammortizzatori sociali, le contribuzioni addizionali e le relative eccezioni, le modalità di erogazione ed i termini per i conguagli ed i rimborsi delle prestazioni, i rapporti tra CIG e malattia;
  2. per la CIGO, la decorrenza della nuova disciplina, le aziende destinatarie, le causali, la durata e le eccezioni per alcune causali e settori (per esempio l’edilizia), le contribuzioni, i procedimenti di presentazione delle domande, la nuova versione del tracciato CSV relativo all’indicazione dei lavoratori della unità produttiva;
  3. per la CIGS, su aziende destinatarie, causali, rimborsi TFR su CIGS, durata, contribuzione e procedure.

Per ogni chiarimento ed assistenza su quanto sopra è possibile rivolgersi agli uffici della sede Territoriale di riferimento.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Trattamento di fine rapporto: indici di rivalutazione aprile 2024

Ad aprile 2024, in base ai nuovi sistemi di calcolo introdotti dall’Istat, l’indice in base …