Ultime notizie
Home / News tematiche / Lavoro, relazioni industriali e welfare / Industria lapidei: rinnovato il contratto collettivo – Variazione retribuzione dal 1° gennaio  2023

Industria lapidei: rinnovato il contratto collettivo – Variazione retribuzione dal 1° gennaio  2023

Il 24 novembre 20202 è stato sottoscritto l’Accordo di rinnovo del C.C.N.L. Lapidei Industria scaduto il 31 marzo 2022.

L’esecutività dell’accordo è intervenuta successivamente dopo l’approvazione delle assemblee dei lavoratori dell’accordo.

Considerata la scadenza del precedente contratto in data 31 marzo 2022, le Parti hanno previsto la decorrenza del nuovo Accordo (ma non per la parte economica) a partire dal 1° Aprile 2022 e con naturale scadenza alla data del 31 Marzo 2025.

Nell’accordo in oggetto si è stabilito quanto segue:

  • sono previste tre tranche di aumenti retributivi: dal 1° gennaio 2023, dal 1° gennaio 2024 e dal 1° gennaio 2025. L’individuazione delle tranche è stata fatta tenuto conto del particolare periodo storico caratterizzato da un alto tasso inflazionistico.

Per quanto gli altri punti dell’accordo gli stessi riguardano

  • aumento dello 0,40% del contributo al Fondo Arco a carico dell’Azienda, suddiviso in due tranche di pari importo ed aventi decorrenza dal 1° luglio 2023 (prima tranche) e 1° luglio 2024 (seconda tranche) con mantenimento della natura volontaria dell’iscrizione al Fondo di previdenza complementare da parte del lavoratore;
  • aumento di 20 euro lordi annui dell’Elemento di Garanzia Retributiva (EGR) a decorrere dal 1° gennaio 2023 che però non riguarda le aziende oggetto di contrattazione di secondo livello (integrativa provinciale o contrattazione aziendale).

Non è stato invece previsto alcun aumento della contribuzione al Fondo di assistenza sanitaria integrativa (Fondo Altea).

Altre novità riguardano la tutela della maternità, i congedi vari, la banca ore solidale, i trattamenti di malattia, il lavoro agile, la previdenza complementare. Inoltre è stata ampliata la definizione del materiale trasportato, che migliora la declaratoria per gli autisti di cava rendendola più attuale: si fa riferimento alla pietra naturale in genere e non più al solo marmo. Una commissione bilaterale si riunirà entro 3 mesi dalla stipula del contratto per rivedere nel dettaglio le lavorazioni attinenti la figura del fresatore conduttore di fresa a ponte.

Il testo dell’accordo di rinnovo è disponibile presso gli uffici delle vostre Associazioni Territoriali di riferimento.

La tabella retributiva dal 1° gennaio 2023 è disponibile presso i citati uffici o reperibile, per il periodo della sua validità, su questo stesso sito internet nell’Area Riservata “Tabelle Retributive”.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Imprese autotrasporto e logistica: indennità di copertura economica per mancato rinnovo contrattuale

Con specifico verbale di incontro, le organizzazioni sindacali di parte datoriale e dei lavoratori, in …