Ultime notizie
Home / News / Note stampa / Generazioni di Successo: Giovani Imprenditori Calabresi in Prima Linea

Generazioni di Successo: Giovani Imprenditori Calabresi in Prima Linea

“generAZIONI”: il progetto dedicato al passaggio generazionale nato dalla collaborazione tra Confindustria Giovani Imprenditori e Luiss Business School, fa tappa a Vibo Valentia.

Come Giovani Imprenditori da sempre ci occupiamo di ricambio generazionale – ha affermato il Presidente dei Giovani Imprenditori di Unindustria Calabria, Umberto Barreca – con l’obiettivo di sensibilizzare tanto gli imprenditori quanto i decisori pubblici su un tema fondamentale per l’economia italiana.

ere gratitudine per l’attenzione crescente del movimento nazionale dei Giovani Imprenditori nei confronti Calabria ha inoltre riconosciuto il contributo fondamentale dei presidenti delle cinque territoriali calabresi – Salvo Presentino, Luca Noto, Natale Santacroce, Giorgio Franzese e Vincenzo Squillacioti – nell’ottenere questo risultato, sottolineando la serietà e l’affidabilità della loro collaborazione.

Protagonisti della giornata fortemente voluta dal Presidente del Comitato Giovani di Vibo Valentia, Natale Santacroce, che ha aperto i lavori ospitati presso lo stabilimento della Giacinto Callipo Conserve Alimentari, i rappresentanti di due aziende che hanno vissuto più generazioni di governance e che hanno scritto importanti pagine della storia imprenditoriale della nostra provincia.

Il tessuto imprenditoriale italiano ed ancor più quello territoriale infatti – prosegue Santacroce – è composto per la maggior parte da aziende familiari, e capire il passaggio di gestione da una generazione all’altra diventa indispensabile per indirizzare il futuro dell’azienda e della comunità in cui risiede.

Stimolati dalla moderazione del Prof. Mario Benedetti, docente LUISS BUSINESS SCHOOL si sono confrontati, nel corso di un inteso pomeriggio di lavoro, due giovani manager che con modalità, storie e percorsi differenti vivono, o hanno vissuto, nella loro esperienza imprenditoriale un percorso che presto tardi si troveranno a dover gestire tutte le imprese.

Il giovanissimo Filippo Maria Callipo, AD della Callipo Group che ha evidenziato i nodi cruciali generati dalla staffetta generazionale, come la condivisione delle scelte imprenditoriali, le visioni strategiche da conciliare e lo spirito ed il bagaglio di esperienze da ricevere, giorno per giorno da chi ha governato l’impresa, non essendo possibile codificarne e tramandarne in altro modo i contenuti.

Per Sebastiano Caffo, AU del Gruppo Caffo bisogna riflettere sulla convivenza generazionale più che sul passaggio generazionale. Una fase di corresponsabilità nella gestione nella definizione di obiettivi aziendali che possa portare, in un periodo di tempo congruo ma non indefinito alla nuova governance.

La Vicepresidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Maria Anghileri nel suo intervento conclusivo ha affermato che il passaggio generazionale non è una questione privata, ma un elemento che dovrebbe essere centrale nel dibattito pubblico sia per gli effetti sul sistema economico sia per i risvolti psicologici degli attori coinvolti.

In più, dirigere un’impresa in un contesto economico sempre più complesso come quello che stiamo vivendo, rende indispensabile un’analisi della gestione aziendale più puntuale e competitiva.

L’obiettivo del progetto – ha concluso la Vicepresidente – è quindi quello di analizzare gli aspetti principali che caratterizzano il passaggio generazionale e, prima ancora, la convivenza generazionale, attraverso il racconto di casi concreti. Un road show per approfondire gli aspetti economici, fiscali e legali del passaggio generazionale, e quelli legati alla sfera più emotiva, in termini di leadership e comunicazione.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Zes Unica ferma al palo, Unindustria Calabria: «Il tempo è scaduto: si parta subito»

Il presidente Aldo Ferrara: «Non sono sostenibili altri ritardi: a rischio gli investimenti nel Mezzogiorno».