Ultime notizie
Home / News / Dalle imprese / Convenzione con SIM ENERGIE S.r.l.

Convenzione con SIM ENERGIE S.r.l.

SIM ENERGIE SRL è una società con sede a Cosenza che dispone di un bagaglio tecnico e di una esperienza pluriennale nell’ambito delle verifiche degli impianti ai sensi del DPR 462/01. 

SIM ENERGIE SRL è una società con sede a Cosenza che dispone di un bagaglio tecnico e di una esperienza pluriennale nell’ambito delle verifiche degli impianti ai sensi del DPR 462/01. Tramite la sua Area Manager svolge sull’intero territorio regionale, verifiche periodiche su impianti di messa a terra, installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche ed impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione.

La Sim Energie, per conto dell’Organismo Abilitato ELLISSE S.r.l. (primo organismo ad essere abilitato dal Ministero dello Sviluppo Economico ad effettuare le verifiche), promuove una convenzione per gli associati ad Unindustria Calabria con uno sconto del 10% sul listino. Per richiedere il listino prezzi: m.perri@unindustriacalabria.it

In particolare l’azienda- esegue la verifica a regola d’arte;- garantisce assistenza tecnica nel caso di contestazioni da parte dell’organo di controllo;- offre aggiornamenti costanti sulla variazione della legislazione e/o della normativa vigente, atti a consentire il puntuale rispetto degli obblighi di legge;- gestisce lo scadenziario delle verifiche periodiche per conto del datore di lavoro.

In base al DPR 462/01, qualunque attività in cui sia presente almeno un lavoratore dipendente o assimilato è soggetta alle verifiche periodiche riguardo:- Impianti di messa a terra;- Installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche;- Impianti elettrici in luoghi con pericolo di esplosione.Tale obbligo appartiene al datore di lavoro che deve affidare le verifiche ad un Organismo abilitato (o alla Asl/Arpa). Sono equiparati ai dipendenti, i soci, apprendisti, stagisti, allievi e qualunque altra persona presti la propria opera nella suddetta attività. Le conseguenze a cui può andare incontro il datore di lavoro in caso di mancata verifica sono:- Responsabilità civili e penali se avviene un infortunio sull’impianto non verificato;- Sanzioni penali e amministrative, in caso di controllo da parte dell’autorità di pubblica vigilanza(D. Lgs. 81/08 come modificato dal D. Lgs 106/09 art 80 comma 3; Art 64 comma 1 lett.. E; art 87 comma 3 lett D; art 68 comma 1 lett B; art 296 comma 1; art 297, comma 2).La periodicità delle suddette verifiche (due o cinque anni) dipende dal tipo di impianto. Gli impianti di messa a terra e i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche devono essere verificati ogni:- due anni nei locali medici, nei cantieri e nei luoghi a maggior rischio d’incendio(ad es. attività soggette al Certificato di Prevenzione Incendi);- due anni per gli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione;- cinque anni in tutti gli alti casi.

Per informazioni Area Manager e Verificatore: Emanuele Miceli (tel. 3291934491 / e-mail emanuele.miceli@ellisse.org )

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Calabra Maceri e Servizi vince il secondo posto al Premio nazionale Best Practices per l’Innovazione

C’è un’azienda calabrese tra quelle più innovative d’Italia. Al XIII Premio Best Practices per l’innovazione, …