Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Valutazione ambientale, niente nuovo esame se il progetto viene migliorato

Valutazione ambientale, niente nuovo esame se il progetto viene migliorato

Non devono essere necessariamente sottoposte a valutazione di impatto ambientale – o alla verifica di assoggettabilità – le «estensioni» o le «modifiche» apportate al progetto originario che, in base alla normativa sopravvenuta, non devono essere obbligatoriamente soggetti a Via.

Tuttavia, resta sempre possibile per la PA decidere di sottoporre il progetto alla valutazione se ritiene che questo possa determinare «impatti ambientali significativi e negativi», dandone però adeguata motivazione.

Questa la conclusione dei giudici del Consiglio di Stato che si legge in una recente pronuncia.

I giudici di Palazzo Spada ritengono che «la rinnovazione del giudizio di compatibilità ambientale – di regola doverosa allorché siano introdotte delle modificazioni progettuali che determinino la costruzione di un manufatto significativamente diverso da quello già esaminato – è superflua ogni qualvolta al progetto originario siano apportate modifiche che risultino

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Procedure negoziate, Palazzo Spada cambia linea: giusto escludere le offerte delle imprese non invitate

Non c’è nessun obbligo per la stazione appaltante di far partecipare alla procedure negoziata l’impresa …