Ultime notizie
Home / Coronavirus / Sfida Sociale 1 (Salute) di Horizon 2020: pubblicato un bando straordinario per il contrasto al Coronavirus

Sfida Sociale 1 (Salute) di Horizon 2020: pubblicato un bando straordinario per il contrasto al Coronavirus

Nell’ambito della Sfida Sociale 1 “salute, cambiamento demografico e benessere” del programma Horizon 2020, la Commissione europea ha pubblicato il bando straordinario “Seconda call di invito a manifestare interesse per l’individuazione di approcci innovativi e rapidi, in ambito sanitario, di contrasto al COVID – 19 e per lo sviluppo di risultati tempestivi a livello sociale, utili al conseguimento di un grado maggiore di preparazione del sistema sanitario” (H2020-SC1-PHE-CORONAVIRUS-2020-2).

La scadenza per l’invio delle manifestazioni di interesse è fissata per l’11 giugno 2020 (h17.00 – orario di Bruxelles).

Il presente invito a manifestare interesse è stato lanciato in attuazione dell’Azione 3 del Piano d’azione ERAvsCorona, risultante dal dialogo, avvenuto nel corso del periodo marzo-aprile 2020, tra la Commissione europea e i ministeri nazionali. In linea con l’impegno fissato dall’iniziativa di risposta globale al Coronavirus, lanciata il 4 maggio 2020, è di fondamentale importanza che le nuove soluzioni siano rese disponibili e alla portata di tutti.

L’iniziativa risulta complementare alla prima manifestazione di interesse, pubblicata dalla Commissione europea nel gennaio 2020, che ha portato al finanziamento di 18 progetti.

La call H2020-SC1-PHE-CORONAVIRUS-2020-2 prevede un budget complessivo di 122 milioni di euro suddiviso tra i seguenti 5 topic:

Topic 1: Repurposing of manufacturing for vital medical supplies and equipment

Budget totale: 23 milioni di euro

Budget stimato per singolo progetto: 5-6 milioni di euro

Tipologia di azione: IA

Descrizione: Le proposte progettuali dovranno essere mirate alla riqualificazione e al riorientamento del sistema produttivo al fine di soddisfare la forte domanda di attrezzature e di equipaggiamenti medici essenziali.

In particolare, le aree di intervento del topic riguardano:

  • il riutilizzo, l’adattamento e il potenziamento delle linee di produzione in virtù delle nuove e urgenti esigenze di produzione, con particolare riferimento alle attrezzature mediche (ad esempio dispositivi di protezione individuale, ventilatori), alle tecnologie diagnostiche già impiegate e basate su materiali avanzati e/o su biotecnologie, nonché ai sistemi di assistenza e ai sistemi automatizzati di disinfezione;
  • modelli flessibili per il riutilizzo delle linee di produzione e per un’adeguata gestione dei rischi in caso di interruzione delle catene di approvvigionamento;
  • tecnologie di automazione che prevedano minor dipendenza dalla forza lavoro presente nelle fabbriche, certificazione/calibrazione/accreditamento delle linee di produzione rigenerate o riavviate dopo un arresto;
  • qualificazione di operatori/tecnici per le linee di produzione nuove/rigenerate.

Topic 2: Medical technologies, Digital tools and Artificial Intelligence (AI) analytics to improve surveillance and care at high Technology Readiness Levels (TRL)

Budget totale: 56 milioni di euro

Budget stimato per singolo progetto: fino a 10 milioni di euro

Tipologia di azione: IA

Descrizione: l’obiettivo del topic è quello di supportare azioni di innovazione di una delle seguenti due categorie:

  1. soluzioni “close to market” (TRL 7) in una delle aree elencate di seguito e che abbiano già ricevuto o stiano per ricevere la marcatura CE per procedere al test, al pilotaggio e all’implementazione su larga scala di operazioni in aree sanitarie critiche.
  2. innovazioni di mercato per lo sviluppo e la maturazione di soluzioni già validate in ambienti di laboratorio (TRL 6-7 o superiore) con l’obiettivo di accelerare i progressi e raggiungere la valutazione della conformità (marcatura CE).

Le aree di pertinenza del topic sono:

  1. sistemi di campionamento, screening, diagnostici e prognostici rapidi, economici e facilmente implementabili, compresi nuovi metodi per lo screening dei polmoni, utilizzando, ad esempio, l’Intelligenza Artificiale o soluzioni fotoniche avanzate, per rilevare la presenza dei parametri relativi all’agente patogeno, soprattutto in una fase precoce di contagio;
  2. sistemi di sorveglianza ambientale (fognature, aria, ecc.) e analisi dei dati come strumenti per il monitoraggio della diffusione del virus nelle comunità, basati, ad esempio, su biosensori ottici o sul rilevamento genetico;
  3. sensori a basso costo, dispositivi indossabili intelligenti e strumenti robotica/di intelligenza artificiale per la telemedicina, la telepresenza e il monitoraggio continuo da remoto dei parametri del paziente;
  4. strumenti di protezione degli operatori sanitari e del pubblico che includano, ad esempio, un miglioramento delle proprietà filtranti dei tessuti utilizzati per le mascherine; sensori e sterilizzanti, (comprese soluzioni robotiche e di intelligenza artificiale), per la disinfezione e il distanziamento sociale;
  5. servizi e strumenti innovativi basati sui dati che prevedano la combinazione di risorse di dati provenienti da diverse fonti private e/o accessibili al pubblico. Questi potrebbero includere, ad esempio, soluzioni basate sull’intelligenza artificiale che sfruttino tali dati per la diagnostica, la prevenzione, il trattamento o la riabilitazione. In tal caso, dovrebbe essere garantita la privacy, la protezione dei dati e l’anonimato nell’uso delle applicazioni mobili di allarme e di prevenzione.

Topic 3: Behavioural, social and economic impacts of the outbreak response

Budget totale: 20 milioni di euro

Budget stimato per singolo progetto: 4-5 milioni di euro

Tipologia di azione: RIA

Descrizione: le proposte potranno concentrarsi sui seguenti aspetti:

  1. mitigazione degli impatti sociali ed economici causati dalle misure di risposta all’epidemia, nell’ambito dei sistemi sanitari;
  2. identificazione delle conseguenze non previste provocate dai provvedimenti adottati per il controllo dell’epidemia;
  3. analisi delle dinamiche sociali, comprese quelle di genere, generate dalla diffusione dell’epidemia e dalla relativa risposta attuata per la tutela della salute pubblica. Le proposte dovrebbero analizzare gli effetti e l’efficienza delle misure adottate (compresi i fattori di resilienza), la governance democratica, la cooperazione multilivello, le lacune, le criticità, le varie strategie, le metodologie di base e gli adattamenti regionali. Le proposte dovrebbero inoltre sviluppare linee guida e raccogliere “best practice” per supportare interventi di mitigazione degli impatti e per favorire il benessere.

Topic 4: Pan-European COVID-19 cohorts

Budget totale: 20 milioni di euro

Budget stimato per singolo progetto: 15-20 milioni di euro

Tipologia di azione: RIA

Descrizione: Il presente topic si focalizza sullo studio di gruppi di osservazione (cohort). Il gruppo dovrà includere individui non infetti e infetti, essere abbastanza grande da fornire prove valide e raccomandazioni affidabili ed essere adatto alla conduzione di studi retrospettivi e prospettici. Inoltre, il gruppo dovrebbe includere entrambi i sessi, tutte le età, tutte le condizioni (disabilità fisiche o mentali, disturbi cronici, malattie infettive, ecc.), Tutti i risultati clinici (da nessun sintomo alla mortalità), nonché un ampio spettro di diverse pratiche e trattamenti di gestione clinica.

I progetti dovranno concentrarsi sui seguenti aspetti:

  • il gruppo di osservazione dovrebbe consentire di identificare rapidamente i rischi e i fattori protettivi associati alla diffusione dell’epidemia, le manifestazioni cliniche correlate (asintomatiche, lievi, gravi, letali), la risposta terapeutica e i risultati clinici, al fine di individuare le migliori strategie per il controllo della diffusione del virus e di proteggere l’intera popolazione;
  • lo studio sul gruppo di osservazione dovrebbe consentire di identificare le opzioni e i trattamenti di gestione clinica di maggior successo, sperimentati dall’inizio dell’epidemia, a partire dalla prima fase di contagio fino alla riabilitazione, al fine di produrre raccomandazioni per il trattamento e la gestione dei pazienti futuri.
  • infine, dovrebbe essere valutato l’impatto a breve/ medio/lungo termine del COVID-19 e delle relative misure di contrasto adottate a livello nazionale/regionale, sul benessere delle persone e sui vari fattori socioeconomici.

Topic 5: Networking of existing EU and international cohorts of relevance to COVID-19

Budget totale: 3 milioni di euro

Budget stimato per singolo progetto: 2-3 milioni di euro

Tipologia di azione: CSA

Descrizione: Le proposte rientranti nell’ambito di questa azione di coordinamento e sostegno dovrebbero essere incentrate sul collegamento a livello internazionale dei gruppi di osservazione (cohorts) già esistenti, al fine di estrarre dati standardizzati connessi allo studio su individui diagnosticati/sierotipati con COVID-19 e individui non infetti. Questo sforzo dovrebbe contribuire all’identificazione dei fattori che incidono sulla diffusione del virus, alla valutazione delle opzioni terapeutiche e di gestione clinica ottimizzate e alla comprensione dei reali effetti della pandemia sulla salute e sui vari aspetti socio-economici, anche in previsione di analoghe crisi future.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Digital Transformation PMI: pubblicato il decreto direttoriale MISE

La misura Digital Transformation  è finalizzata a sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi …

This function has been disabled for Unindustria Calabria.