Ultime notizie
Home / News / Documenti / Quanto costa il lavoro? Il Centro Studi Confindustria lo analizza

Quanto costa il lavoro? Il Centro Studi Confindustria lo analizza

Quanto costa il lavoro? Un approfondimento a cura del Centro Studi Confindustria lo spiega nel dettaglio.

Con il Reddito di cittadinanza un single senza reddito può percepire fino a 780€ al mese senza pagare l’IRPEF.

780€ in busta paga corrispondono a un costo per l’impresa di 1.360€ perché:

  • l’azienda paga: retribuzione lorda + contributi carico datore;
  • sulla retribuzione lorda il lavoratore paga: IRPEF + contributi carico dipendente.

La differenza tra retribuzione netta e costo del lavoro è il “cuneo fiscale e contributivo”, di cui una parte a carico impresa e una a carico lavoratore.

Nel confronto internazionale l’Italia ha un cuneo molto elevato, qualunque sia la retribuzione presa a riferimento.
Nel caso di un lavoratore single con retribuzione media (31.000€ lordi l’anno), fatta 100 la retribuzione netta: le imposte pesano per il 32% e i contributi carico lavoratore per un altro 14%; i contributi carico datore pesano per il 61%. Sul netto che va al lavoratore si aggiunge, quindi, il 107% di tasse e contributi.
Su retribuzioni più basse/alte il cuneo si abbassa/alza, data la progressività dell’IRPEF: su un netto mensile di 780€ si aggiunge il 74% ma su uno di 3.000€ il 144%.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Perché frenano gli investimenti privati in Italia? L’analisi del Centro Studi Confindustria

Gli investimenti in Italia avevano ripreso ad aumentare da inizio 2015. Il recupero, fino all’inizio del …