Ultime notizie
Home / News / Note stampa / Natale Mazzuca (Confindustria): i porti nodi territoriali di sviluppo

Natale Mazzuca (Confindustria): i porti nodi territoriali di sviluppo

“La nostra tenace convinzione è che oggi come mai ci sia l’occasione storica per avviare al Sud un processo nuovo, recuperare i ritardi e invertire le perdite che abbiamo alle spalle. È questo il momento di capirlo e di lavorare a testa bassa”. Con queste parole il Presidente Bonomi ha chiuso i lavori di “Sud e Nord insieme verso l’Europa”, l’evento di Confindustria che si è svolto a Napoli.

Un grande momento di confronto tra le rappresentanze regionali di Confindustria e le Istituzioni Politiche e Amministrative europee, statali e regionali.

Da sempre la frattura economica e sociale è un freno alla crescita complessiva del Paese. Agire con più intensità sullo sviluppo del Sud è una condizione imprescindibile per riportare l’Italia su un sentiero di crescita e convergenza verso l’Europa.

Nel suo intervento Vito Grassi, Presidente del Consiglio delle Rappresentanze Regionali e per le Politiche di Coesione Territoriale e Vice Presidente di Confindustria, ha chiesto alle Istituzioni quale sia il vero disegno per invertire la rotta del Mezzogiorno e la vera cabina di regia per una politica industriale complessiva che faccia tesoro degli errori e dei mancati risultati di decenni alle nostre spalle.

Confindustria ha deciso di coordinare le proposte e i progetti della rappresentanza delle 8 regioni del Sud come nuovo modello di coesione e sviluppo integrato e per promuovere l’interconnessione tra territori e centri urbani e stimolare il mercato interno.

E, come ha ricordato Natale Mazzuca, Vice Presidente per l’Economia del Mare, “stiamo lavorando a nuovi progetti sull’Economia del Mare come ‘Costruire il Mediterraneo’, che vuole mettere in rete il Sud a partire dalle ZES e dai porti, che possono divenire nodi territoriali di sviluppo anche per le aree interne in grado di proiettarlo nella competizione internazionale”.

“L’Economia del Mare – ha ricordato Mazzuca – produce un valore aggiunto complessivo diretto pari a 47,5 miliardi e con una capacità di attivazione più che doppia: la somma del valore aggiunto prodotto e di quello attivato, sfiora i 137 miliardi”.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

La presidente Gazzaruso della sezione Turismo di Unindustria Calabria chiede un tavolo regionale per creare la Destinazione Calabria

“Costituire al più presto un tavolo regionale permanente della filiera turistica per la rapida definizione …