Ultime notizie
Home / Tematiche / Ambiente e energia / Trattamento rifiuti: decisione di esecuzione UE che stabilisce le BAT

Trattamento rifiuti: decisione di esecuzione UE che stabilisce le BAT

Si segnala che è stata pubblicata in GUUE la Decisione di Esecuzione della Commissione UE sulle migliori tecniche disponibili (BAT) per il trattamento dei rifiuti, ai sensi della direttiva  relativa alle emissioni industriali.

L’obiettivo principale del documento è la riduzione delle emissioni risultanti dagli impianti di trattamento rifiuti, al contempo disciplinando anche l’efficienza energetica, l’efficienza nell’utilizzo delle risorse, come il consumo di acqua e il riutilizzo e il recupero dei materiali, la prevenzione degli incidenti, il rumore, l’emissioni odorigene e la gestione dei residui.

Tali conclusioni alle BAT, nello specifico, fungono da riferimento per stabilire le condizioni di autorizzazione per le seguenti installazioni, che effettuano:

  • lo smaltimento o il recupero di rifiuti pericolosi, con capacità di oltre 10 Mg al giorno, che comportano il ricorso a determinate operazioni;
  • lo smaltimento dei rifiuti non pericolosi, con capacità superiore a 50 Mg al giorno, che comporta il ricorso a determinate attività;
  • il recupero, o una combinazione di recupero e smaltimento, di rifiuti non pericolosi con una capacità superiore a 75 Mg al giorno, che comporta il ricorso a determinate attività;
  • il deposito temporaneo di rifiuti pericolosi non contemplati all’allegato I, punto 5.4, della direttiva 2010/75/UE, con una capacità totale superiore a 50 Mg (eccetto il deposito temporaneo, prima della raccolta, nel luogo in cui sono generati i rifiuti);
  • il trattamento a gestione indipendente di acque reflue non contemplate dalla direttiva 91/271/CEE e provenienti da un’installazione che svolge le attività di cui sopra.

Infine, si segnala che dal 17 agosto 2018 per tutte le installazioni già autorizzate scatteranno i quattro anni di tempo previsti per il rinnovo dei procedimenti autorizzativi ambientali, in modo tale da adeguarsi ai nuovi limiti di emissione previsti dalle BAT appena approvate. Al contrario, le nuove attività produttive devono soddisfare immediatamente i nuovi requisiti.

Gli uffici della sede Territoriale di riferimento sono a disposizione per agevolare ogni necessità dovesse emergere.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Albo Gestori Ambientali: cancellazioni per mancato versamento diritti di iscrizione – Le novità

Il Comitato Nazionale ha ritenuto utile stabilire una tempistica comune per avviare le procedure di …