Ultime notizie
Home / Tematiche / Edilizia e territorio / Ritenute Appalti – Agenzia delle Entrate risponde ai primi quesiti

Ritenute Appalti – Agenzia delle Entrate risponde ai primi quesiti

Al superamento del limite dei 200.000 euro, i nuovi obblighi di controllo sulle ritenute operate negli appalti scattano in relazione a tutti i contratti affidati alla stessa impresa e ancora in essere al momento del sorpasso della soglia.

In ordine ai requisiti di esonero dalla nuova disciplina, inoltre, per “versamento in conto fiscale”, rilevante ai fini della determinazione della soglia del 10% dei ricavi e compensi dichiarati, deve intendersi «qualsiasi somma sia versata con il modello F24 (e quindi, a titolo esemplificativo, anche l’Iva e le stesse ritenute fiscali, contributi previdenziali ed altro)».

Queste i primi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in merito ai numerosissimi dubbi emersi dall’entrata in vigore delle disposizioni in tema di ritenute e compensazioni negli appalti e subappalti.

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Rotazione, spazio anche all’appaltatore uscente nelle procedure negoziate

Il principio di rotazione, che comporta di regola il divieto di invitare alla procedura di …