Ultime notizie
Home / News tematiche / Edilizia e territorio / Bonus valorizzazione edilizia: chiarimenti sulla cessione di unità in costruzione

Bonus valorizzazione edilizia: chiarimenti sulla cessione di unità in costruzione

La cessione di singole unità immobiliari in corso di costruzione, accatastate nella categoria F/3 e risultanti da interventi di demolizione e ricostruzione, o di ristrutturazione, di interi fabbricati acquistati con i benefici fiscali della “valorizzazione edilizia” non concorre ai fini del calcolo del limite minimo di vendita del 75% del fabbricato così recuperato, come requisito necessario al mantenimento dell’agevolazione.

Così si è espressa l’Agenzia delle Entrate in una recente Risposta, precisando che, al momento della cessione, le unità immobiliari “in corso di costruzione” non soddisfano i requisiti previsti dalla citata disposizione, anche in termini di conseguimento delle necessarie certificazioni energetiche.

In sostanza, la cessione delle unità non ultimate non si considera idonea ai fini del raggiungimento del limite minimo di vendita del 75% del fabbricato, come condizione richiesta dalla norma per il mantenimento del beneficio fiscale.

Pertanto, se la cessione delle unità ancora in costruzione supera il limite del 25% dell’intero fabbricato, opera la decadenza dal beneficio fiscale usufruito in sede di acquisto del fabbricato (con la ripresa a tassazione delle maggiori imposte d’atto non versate).

Print Friendly, PDF & Email

Check Also

Superbonus: il punto sulle scadenze

Con l’ok definitivo dell’Ecofin al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) italiano, diventano definitive …